Aspetti del plurilinguismo in “Se questo è un uomo” di Primo Levi


Appuntamento a lunedì 19 aprile (8.45-10.00) con la lezione di Fabrizio Franceschini Aspetti del plurilinguismo in “Se questo è un uomo” di Primo Levi.
Ecco il link per il collegamento all’aula Teams:
https://teams.microsoft.com/…/19…/1618560997570… 473828670aa1%22%2c%22Oid%22%3a%22d0228cee-928e-4bdd-aa7b-33144d4ab3c1%22%7d

Primo seminario PRA “L’ebreo errante”


(altro…)

2 febbraio 2021 Laurea Honoris Causa a Liliana Segre e Presentazione del volume “Il dovere della parola”


Vi ricordiamo l’importante appuntamento del 2 febbraio p.v., visibile all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=j_E9qKDbNvQ che sarà così articolato:

 

ore 11

Saluti Istituzionali

Marina Riccucci, membro del CISE
Presentazione del volume Il dovere della parola. La Shoah nelle testimonianze di Liliana Segre e di Goti Herskovitz Bauer (Pisa, Pacini, 2021) e della documentazione videoregistrata

Intervento a distanza di Goti Herskovitz Bauer

Ore 12.00

Cerimonia di conferimento della Laurea Magistrale Honoris Causa in Scienze per la Pace alla Senatrice Liliana Segre

Apertura della Cerimonia
Paolo Maria Mancarella, Magnifico Rettore dell’Università di Pisa

Lettura della motivazione
Eleonora Sirsi, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze per la Pace

Laudatio
Gadi Luzzatto Voghera, Direttore del Centro Documentazione Ebraica Contemporanea
Noemi di Segni, Presidente dell’Unione delle comunità ebraiche italiane (Ucei)

Cerimonia di Consegna della Laurea Magistrale Honoris Causa

Lectio Magistralis
Liliana Segre, Senatrice della Repubblica (intervento a distanza)

Olga Tokarczuk


Fabrizio Franceschini, Direttore del Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici “Michele Luzzati” dell’Università di Pisa e Coordinatore del progetto di Ricerca L’ebreo errante: temi, idee e persone in movimento nello spazio e nel tempo, e Giovanna Tomassucci, membro del CISE e docente di Letteratura polacca, il 19 e 20 settembre 2020, nella cornice del festival Pordenonelegge, hanno incontrato Olga Tokarczuk, che ha ricevuto nel 2019.il Premio Nobel per la letteratura (2018).

Come sottolinea Tomassucci, la Tokarczuk ha conquistato schiere di lettori di molti paesi con i suoi racconti e romanzi che riflettono sul rapporto con il tempo e la morte, con il mito, la storia e il mondo delle creature viventi, da noi sottomesso e ignorato. Pur esprimendo dissenso e indignazione, essi ci narrano quel “potenziale degli sconfitti” cui la scrittrice è estremamente sensibile, anche grazie alla sua formazione di psicologa: figure costrette ai margini, spesso donne, capaci di fermarsi a osservare il mondo da una prospettiva rovesciata ed empatica e di salvarlo dall’alienazione.

“Nel lungo e caloroso incontro di domenica 20 mattina abbiamo parlato- aggiunge Franceschini – dei temi cari alla narratrice, legati a un nuovo paradigma che non vede più l’uomo maschio, forte dei suoi dogmatici credi, al centro dell’Universo e in una posizione di dominio sulle donne, sugli animali e sulle cose, ma configura un’umanità di donne e di uomini ricca di diverse lingue, religioni e culture e intenta a costruire un nuovo rapporto con gli animali e col pianeta. Questa non è una prospettiva “buonista” o falsamente irenistica, ma un programma di iniziativa e di lotta che anche con la sua opera Tokarczuk vuole creativamente alimentare”.

L’ultimo, originalissimo e fortunato romanzo di Tokarczuk, Ksiegi Jakubowe (2014), è frutto di un appassionato lavoro di dieci anni e presenta un complesso affresco sul mondo che ruota intorno alla controversa figura del “Messia” sabbatista Jakob Frank. Il testo, già tradotto in inglese e francese (The books of Jakob, Les livres de Jakób), apparirà in italiano nella prima metà del 2021.

“Dio si deve esser detto – dice una frase del libro – Non posso avere un uomo a un tempo libero e totalmente sottomesso. Non posso avere un uomo totalmente libero da ogni peccato che possa essere un uomo. Preferisco quindi un’umanità peccatrice a un mondo senza uomini.”

Nel corso dell’incontro si è discusso della possibilità di costruire a Pisa, nel 2021, un importante momento di riflessione letteraria, linguistica e ideale attorno a questo grande libro. Olga ha accolto con grande slancio e convinzione l’idea, dando a Tomassucci e Franceschini un cordiale arrivederci a Pisa.

 

Presentazione Wlodek Goldkorn – 12 maggio 2020


Un nuovo evento si aggiunge agli appuntamenti telematici che vedono la collaborazione del CISE: la presentazione del volume di Wlodek Goldkorn L’asino del Messia (Feltrinelli, 2019), che si terrà il 12 maggio dalle ore 17.30 e che vedrà dialogare con l’autore Fabrizio Franceschini, Giovanna Tomassucci e Luca Del Re.

Il link per seguire la diretta tramite YouTube è:

https://youtu.be/pF96S47Vnbo

 

(altro…)

Registrazione presentazione 5 maggio 2020


Segnaliamo a tutti coloro che non si sono potuti collegare, o che gradirebbero rivedere in tutto o in parte la presentazione della nuova edizione commentata de “I sommersi e i salvati”, che a questo link

https://www.youtube.com/watch?v=bkFRAwuxREI&feature=youtu.be

è disponibile una registrazione dell’evento.

Shem nelle tende di Yaphet – Pisa, 20 febbraio 2020


Appuntamento al 20 febbraio alle ore 15, Aula Magna Storica della Sapienza, per la presentazione di Shem nelle tende di Yaphet!!

(altro…)

Aggiornamento SUMMER SCHOOL: il programma!!!!!!!


Di seguito il programma di massima della SUMMER SCHOOL 21-26 GIUGNO 2020: stiamo facendo gli ultimi ritocchi, la maggioranza dei docenti ha già confermato, ma non si escludono slittamenti di orario o piccole modifiche in itinere…di ogni variazione vi terremo informati!!!!!! Ricordate di iscrivervi seguendo le procedure indicate qui https://www.unipi.it/index.php/humanities/item/16577-jewish-cultural-heritage
 
JEWISH CULTURAL HERITAGE: ITALIAN CEMETERIES
PISA – JUNE 21-26, 2020
 
SUNDAY, JUNE 21
– 1.00 PM – 2.00 PM Meet and greet: course and teachers presentation. Informations about the classes and the students’ final report.
– Guided visit to one of most significant places for the history of jewish presence in Pisa.
 
MONDAY, JUNE 22
– 8.30 AM – 10 AM Alessandra Veronese: Jews in Pisa during the Middle Ages
– 10.15 AM – 11.45 AM Serena di Nepi: Jews in Pisa during the Modern Era
– 12.00 AM – 12.45 PM Time for students-teachers Q&A on the morning lessons subjects
Lunch break
– 3.00 PM – 5.00 PM Isacco Maria Pratelli: Funeral rituals and epighaphy over the centuries
– Discussion
 
TUESDAY, JUNE 24
 
– 8.30 AM – 11.45 AM (including a coffee break) David Malkiel: The Jewish community in Pisa
– 12.00 AM – 12.45 PM Time for students-teacher Q&A on the morning lessons subjects
Lunch break
– 3.00 PM- 4.30 PM Elsa Bedini: Working on the epigraphies of the jewish cemetery in Pisa
 
– 4.45 PM – 6.15 PM Antonio Spagnuolo – Sofia Locatelli: The jewish cemeteries of Ferrara and Venezia: cases of study
 
WEDNESDAY, JUNE 24
– 8.30 AM – 12.45 AM Guided visit to the cemetery of Pisa and field work with the experts (Greta Schonhaut, Elsa Bedini and Fabrizio Franceschini)
Lunch break
– 3.00 PM – 4.30 PM Rethinking our morning experience: Q&A and insights in the classroom
 
THURSDAY, JUNE 25
– 8.30 AM – 12.45 AM (including a coffee break) Bernard Dov Cooperman: Leghorn, its community and its cemetery
Lunch break
– 3.00 PM – 6.00 PM Guided visit to the cemetery of Leghorn
 
FRIDAY, JUNE 26
– 9.00 AM – 1.00 PM ROUND TABLE (partecipants: Mauro Perani, Carlotta Ferrara degli Uberti, Andrea Addobbati, Lucia Frattarelli Fisher, Piergiorgio Borbone, Antonella Gioli, David Malkiel)

Jewish Cultural Heritage


Summer School organizzata dal CISE dal 21 al 26 giugno 2020!!! Tutte le informazioni qui: https://www.unipi.it/index.php/humanities/item/16577-jewish-cultural-heritage

Festival Nessiah – Pisa, 24 novembre – 9 dicembre 2018


Ecco il programma del Festival Nessiah 2018: siete tutti invitati!

(altro…)