Membri effettivi

Curriculum

Laurea in Lettere Classiche, indirizzo Discipline orientali, Università di Torino (1980).
Perfezionamento in “Storia Religiosa”, Università di Torino (1983).
Dottorato di ricerca in Ebraistica, Università di Torino, Roma “La Sapienza”, Venezia “Ca’ Foscari” (1989).
Associate Member del Peshitta Institute, Università di Leiden, Paesi Bassi (dal 1989).
Professore associato di Lingua e Letteratura ebraica (L-OR/08), Università di Pisa (2002).
Membro del comitato editoriale della rivista “Egitto e Vicino Oriente” (dal 2001).
Membro del comitato editoriale della rivista “Aramaic Studies” (dal 1998).
Professore straordinario di Lingua e Letteratura siriaca (L-OR/07), Università di Pisa (dal 1° dicembre 2005).
Presidente del Dottorato in Orientalistica: Egitto, Vicino e Medio Oriente (dal 1° novembre 2008 al 31 ottobre 2012).
Professore ordinario di Lingua e Letteratura siriaca (L-OR/07), Università di Pisa (dal 1° dicembre 2008).

Dal 2008 consulente del progetto di digitalizzazione dei manoscritti siriaci della Biblioteca Apostolica Vaticana, promosso dalla Brigham Young University, Provo, UT [http://cpart.byu.edu].

Dal 2010 rappresentante per l’Italia nel Comitato direttivo del network di ricerca “Comparative Oriental Manuscripts Study” (COMSt) promosso dalla European Science Foundation; membro del Team 1: Codicology [http://www1.uni-hamburg.de/COMST/].

Nel marzo 2012 eletto membro del consiglio d’amministrazione della Société des études syriaques.

link utili:
http://pisa.academia.edu/PierGiorgioBorbone

Pubblicazioni ebraistiche degli ultimi anni:

BORBONE, P.G., “Il Testo Masoretico di 2 Cronache 30,27”, HENOCH 26 (2004), 243-250.

BORBONE, P.G.. “Abramo nei testi della Bibbia”, in C. Letta (a cura di-), Abramo padre di tutti i credenti. Alle radici delle tre grandi religioni monoteistiche, Pisa 2006, pp. 11-34.

BORBONE, P.G., “La Torah nel contesto delle codificazioni del Vicino Oriente antico”, in C. Letta (a cura di -), I dieci comandamenti. Religione, coscienza, libertà, Pisa 2010, pp. 9-39.

Sono una specialista di comunicazione letteraria, interpersonale, terapeutica e mediatica. Insegno all’università di Pisa e in diverse scuole di specializzazione in psicoterapia (Institute of Constructivist Psychology di Padova, European Institute of Systemic-Relational Therapies di Milano e Centro Studi in Psicoterapia Cognitiva di Firenze). Sono stata visiting professor presso le università di Princeton (USA) e Singapore.

            Nel mio lavoro ho sempre dato grande importanza al creare e mantenere contatti attraverso confini geografici, disciplinari e sociali. Per quanto riguarda i contatti internazionali, ho istituito e diretto un programma di scambio tra l’università di Pisa e quella di Harvard e sono stata professore in visita presso le università di Singapore e di Princeton; sono stata eletta più volte nel consiglio direttivo di diverse organizzazioni scientifiche internazionali, come l’European Association of the Teachers of Academic Writing (EATAW) e l’European Personal Construct Association (EPCA), e faccio parte del comitato di redazione di riviste internazionali come Journal of Constructivist Psychology e Personal Construct Theory and Practice; coordino gli Intersectional Research Collectives dell’Institute for Critical Animal Studies.  Quanto all’interdisciplinarità, le mie pubblicazioni abbracciano e collegano diversi campi, dagli studi ebraici alla psicologia, dalla filosofia alla retorica, dalla teoria letteraria agli studi queer, dalla linguistica alla teoria del cinema ai critical animal studies. Ho sempre creduto nella responsabilità sociale degli studiosi e nell’efficacia nella ricerca nel dare forma alla società e agli interventi politici; all’interno dell’università di Pisa da molto tempo lavoro all’interno del centro interdipartimentale di studi ebraici (CISE); da decenni sono attiva come volontaria in varie organizzazioni non governative, tra cui il WWF e Victim Support Italy; per loro ho condotto e partecipato a vari progetti in collaborazione con partner pubblici e privati a livello locale, nazionale e internazionale.

            Tra i miei interessi di ricerca ho sempre privilegiato gli ambiti che permettono di collegare in maniera originale e produttiva discipline e approcci apparentemente lontani, in modo da ottenere una comprensione più approfondita e sfaccettata di fenomeni complessi che permetta di elaborare strategie di intervento razionali ed efficaci. Tra i miei principali interessi di ricerca, che abbraccia i campi della teoria letteraria, della pedagogia e della psicologia, ci sono la situazione vittimaria, nelle sue declinazioni sia individuali (dalle varie forme della molestia morale alla criminologia) sia collettiva (dalla discriminazione più o meno occulta al genocidio) e le costruzioni e le politiche dell’identità, particolarmente nelle nuove concettualizzazioni rese possibili dagli studi queer. Negli anni questo mio interesse ha trovato espressione, tra le altre cose, in una vasta ricerca sull’assimilazione degli ebrei d’Europa.

I am a specialist in communication in the fields of literature, personal relationships, therapy and media. I teach at Pisa university (Italy) and in several therapist training institutes (Institute of Constructivist Psycholog, Padua, Italy; European Institute of Systemic-Relational Therapies, Milan, Italy;  Centro Studi in Psicoterapia Cognitiva, Florence, Italy). I have been a visiting professor at Princeton (USA) and NUS (Singapore).

            In my work I have always laid great emphasis on creating and maintaining relationships across geographic, disciplinary and social boundaries. In the area of international contacts, I have founded and directed an academic exchange programme between Pisa and Harvard and have taught at Princeton and at Singapore; I have been elected several times to the boards of international scientific organizations such as the European Association of the Teachers of Academic Writing (EATAW)  and the European Personal Construct Association (EPCA), and I belong to the editorial board of international journals like the Journal of Constructivist Psychology and Personal Construct Theory and Practice; I am the coordinator of the Intersectional Research Collectives  of the Institute for Critical Animal Studies.   As for interdisciplinarity, my published work spans and connects a number of fields, from Jewish studies to psychology, from philosophy to discourse analysis, from literary theory to queer studies, from  linguistics  to film studies to critical animal studies. I have always believed in the social responsibility of scholars and in the effectiveness of research in shaping society and policy; in my home institution I have worked for a long time in the Centre for Jewish Studies (CISE); I have long been a volunteer for several NGOs, among them the World Wildlife Fund and Victim Support Italy;  in my volunteer work I have initiated and taken part in a number of projects, in collaboration with public and private partners, at the local, national and international level.

            In my choice of research interests I have always privileged fields which allow for original and productive connections between apparently distant disciplines and methodologies, creating a more in-depth and more nuanced understanding of complex social phenomena with a view to elaborating more rational and more effective strategies of intervention. Among my main research interests, spanning the fields of literary theory, of pedagogy and psychology, are the victimary situation and the constructions and politics of identity, particularly in its new conceptualizations which are made possible by queer studies. In connection with this over the last few years I have been working on a vast research project on the assimilation of European Jews.

PUBBLICAZIONI

Dell’Aversano, C. (2012). “Orizzonti di sviluppo

della ricerca queer” in: (a cura di): Saveria

Chemotti, Davide Susanetti, Inquietudini queer.

Desiderio, performance, scrittura. p. 221-250,

PADOVA: Il Poligrafo, ISBN: 9788871157900

Dell’Aversano, C.  (2012). “‘Your eyes shall be

opened and ye shall be as gods’: The Director as

Serpent in Dogville” in: (a cura di): Sara

Fortuna, Laura Scuriatti, Dekalog 5. On Dogville

p. 57-65, NEW YORK:Columbia University Press,

ISBN: 9780231163118

Dell’Aversano, C. (2012). “Developing Therapists’

Personal Constructs Through Literature: A

Theoretical Overview with Practical Suggestions”

in: (a cura di): Carmen Dell’Aversano, Massimo

Giliberto, Francesco Velicogna, PCP and

Contructivism: Ways of Working, Learning and

Living vol. unico, p. 51-63, FIRENZE:

Libriliberi, ISBN: 9788884151018, San Servolo –

Venice (Itay), 2009

Dell’Aversano C. (2012). “The Queerest Crossing:

Questioning the Human-Animal Divide” in: (a cura

di): Silvia Antosa, Queer Crossings: Theories,

Bodies, Text. vol. unico, p. 37-46, Udine:Mimesis

Edizioni (Milano-Udine), ISBN: 9788857509396,

Palermo, 18-19 giugno 2010

Dell’Aversano C.  Giliberto M.,  Velicogna F. (a

cura di) (2012). PCP and Constructivism: Ways of

Working, Learnign and Living.FIRENZE:Libriliberi,

ISBN: 9788884151018

Dell’Aversano C. (2011). “Assimilation as a

Hypertextual Practice” in: (a cura di): Simone

Beccone, Carmen Dell’Aversano, Chiara Serani,

Hammered gold and gold enamelling. Studi in onore

di Anthony L. Johnson p. 29-40, ROMA:Aracne,

ISBN: 9788854840072

Dell’Aversano C. (2011). “La competenza

argomentativa: come e perché” in: (a cura di):

Ugo Cardinale, A scuola d’italiano a 150 anni

dall’Unità. Più lingua più letteratura più

lessico: tre obiettivi per l’italiano d’oggi

nella scuola secondaria superiore, p. 347-356,

BOLOGNA:Il Mulino, ISBN: 9788815150219

Dell’Aversano C. (2011). “Sex:Notes towards a

Realist-Constructivist Lexicon” in: (a cura di):

Dell’Aversano C, Giliberto M, Velicogna F,

Proceedings of the XVIIIth International PCP

Congress, San Servolo, Venice, 2009. Venezia, 2009

Beccone S., Dell’Aversano C., Serani C. (a cura

di) (2011). Hammered Gold and Gold Enamelling.

Studi in onore di Anthony Leonard Johnson, p.

1-476, ROMA:Aracne, ISBN: 9788854840072

Dell’Aversano C. (2011). La rilevanza giuridica

dei concetti linguistici: “marcato” e “non

marcato” http://www.retelenford.it/node/742

Dell’Aversano C. (2009). “The homeland of

reconstruction: Snapshots from Faërie”. Personal

Construct Theory and Practice, 6, 2009 ISSN:

1613-5091

http://www.pcp-net.org/journal/pctp09/dellaversano09.pdf

Dell’Aversano, C. , Grilli A. (2009). “Das

akademische Schreiben im italienischen

Hochschulsystem: Tradition, Lehrpraxis,

Perspektiven” in: Schreib- und

Formulierungspraxen im Germanistikstudium

(Deutschland, Frankreich, Italien). Dokumentation

der Villa Vigoni Tagung (4.-7. Juni 2007). vol.

unico, p. 83-87, FIRENZE:OLSCHKI, Villa

Vigoni-Laveno di Menaggio (CO), 4-7 giugno 2007

Dell’Aversano, C.  (2009). L’analisi posizionale

del testo letterario. p. 1-270, ROMA:Aracne,

ISBN: 9788854829701

Dell’Aversano C. (2009). Popoli ed eroi: confini

dell’identità e limiti del materialismo in Omon

Ra di Viktor Pelevin. p. 1-132, ROMA:Aracne,

ISBN: 9788854824508

Dell’Aversano, C. (2008). “Beyond Dream and

Reality: Surrealism as Reconstruction”. Journal

of Constructivist Psychology, vol. 21, p.

328-342, ISSN: 1072-0537

Dell’Aversano C. (2008). “Solo il prodotto del

pensiero di qualcuno: solipsismo e personaggio in

Omon Ra di Viktor Pelevin” in: (a cura di):

Chiara Lombardi, Il personaggio: figure della

dissolvenza e della permanenza p. 223-230,

ALESSANDRIA:Edizioni dell’Orso, ISBN:

9788862740449, Torino, 14-16 settembre 2006

Dell’Aversano C., Tommaso Raso (2006).

“L’argomentazione” CHICHIBÌO, vol. 8, p. 2-3,

ISSN: 1827-482X

Dell’Aversano C. (2006). “Textbook Design for

Academic Writing: the Pisa Writing Program” in:

Proceedings of the third conference of the

European Association for the Teaching of Academic

Writing Athens, 2005: Teaching Writing Online and

Face to Face p. 138-157

Dell’Aversano C., Giorghios Hexadaktilos, John

Harbord, Otto Kruse (a cura di) (2006).

Proceedings of the third conference of the

European Association for the Teaching of Academic

Writing Athens, 2005: Teaching Writing Online and

Face to Face.

Dell’Aversano C., Grilli A. (2005). La scrittura

argomentativa. Dal saggio breve alla tesi di

dottorato, p. 1-904, Firenze:Le Monnier, ISBN:

8800861164

Dell’Aversano C., Grilli A. (2004). “Un seminario

di scrittura argomentativa: teoria ed esperienze”

Nuova secondaria, vol. 21, p. 94-110, ISSN:

1828-4582

Dell’Aversano C. (2004). “Fixing Bad Writing

before it Happens”, in: Dell’Aversano C.,  John

Harbord, Otto Kruse (a cura di) (2004).

Proceedings of the second conference of the

European Association for the Teaching of Academic

Writing, Budapest June 2003.

Dell’Aversano C., John Harbord, Otto Kruse (a

cura di) (2004). Proceedings of the second

conference of the European Association for the

Teaching of Academic Writing, Budapest June 2003.

Dell’Aversano C., Grilli A. (2001). “Scrittura e

argomentazione” in Rassegna dell’istruzione, vol.

55, p. 40-42, ISSN: 1125-9612

Dell’Aversano C. (2001). “Che cos’è l’animale?”

in: Guido Boffi et al. Dal senso comune alla

filosofia. Domande e testi. vol. 3, p. 406-429,

Firenze:Sansoni, ISBN: 8838346437

Dell’Aversano C., Grilli A. (2001). “La

competenza argomentativa: un’ipotesi di lavoro”

in: Guido Boffi et al. Dal senso comune alla

filosofia. Guida per l’insegnante, p. 15-21,

Firenze:Sansoni, ISBN: 88-383-4642-9

Dell’Aversano C. (2001).”La situazione

argomentativa” in: (a cura di): Sandra Covino, La

scrittura professionale: ricerca, prassi,

insegnamento. vol. unico, p. 83-93,

Firenze:Olshki, ISBN: 8822250559

Dell’Aversano, C.  (1999). “Worlds, Things,

Words. Rushdie’s Style from Grimus to Midnight’s

Children” in: (a cura di): E. Linguanti & C.

Concilio, Coterminous Worlds. Magical Realism and

contemporary post-colonial literature in English.

p. 61-69, NEW YORK-AMSTERDAM:Rodopi, ISBN:

9042004487

Dell’Aversano, C. (1998). L’ultima metamorfosi.

An Imaginary Life di David Malouf. p. 1-182,

PISA:ETS, ISBN: 8846701224

Dell’Aversano C. (1997). “Auden e la scienza” in:

Francesco Gozzi, Anthony L. Johnson (a cura di),

Scienza e Immaginario. p. 291-314, Pisa:Edizioni

ETS, ISBN: 8846700252

Dell’Aversano, C. (1995). “Mitopoiesi o

mistificazione? L’epos postmoderno di Midnight’s

Children”, Strumenti critici, vol. X (N.S.), 3,

p. 341-366, ISSN: 0039-2618

Dell’Aversano, C.  (1995). “Narrare con la

menzogna: forma e finalità della strategia

narrativa in Midnight’s Children” in: (a cura

di): E. Siciliani, A. Cecere, V. Intonti, A.

Sportelli, Le trasformazioni del narrare. vol.

unico, p. 237-247, FASANO:Schena Editore, ISBN:

8875148732

Dell’Aversano, C.  (1994). The Silent Passage:

Itinerario poetico di W.H. Auden. p. 1-140,

PISA:ETS, ISBN: 884670116X

Dell’Aversano, C.  (1990). “Tradizione e

innovazione metodologica nella costituzione del

testo del King Lear”, Textus, vol. III, p. 23-74,

ISSN: 1824-3967

Dell’Aversano, C. (1990). “mshpt in Qoh. 11:9c”.

In: (a cura di): Angelo Vivian, Biblische und

Judaistische Studien: Festschrift für Paolo

Sacchi. vol. unico, p. 121-134, Frankfurt:Peter

Lang, ISBN: 3631431805

Enrico Di Pastena è professore Ordinario di Letteratura Spagnola (L-LIN 05) della Università degli Studi di Pisa. Ha insegnato in precedenza presso l’Università Autonoma di Barcellona e l’Università di Verona.

È membro permanente del Comitato Direttivo del Gruppo di ricerca internazionale d’Eccellenza “Prolope”, che ha per obiettivo la pubblicazione in edizione critica della produzione teatrale completa di Lope de Vega. È stato ed è tuttora membro di altri progetti di ricerca internazionale.

È condirettore della rivista Anuario Lope de Vega. Texto, literatura, cultura, edita a Barcellona, ed è membro del comitato scientifico di diverse riviste internazionali. Dirige la collana bilingue di teatro ispanico moderno e contemporaneo “La maschera e il volto”.

Tra i suoi interessi di ricerca, spicca il teatro spagnolo contemporaneo. In quest’ambito, ha pubblicato nel 2014 Teatro sulla Shoah (Himmelweg. Il cartografo. JK), un volume commentato che raccoglie tre pièces del drammaturgo Juan Mayorga.

Il curriculum completo è disponibile qui.

Professoressa associata di Storia Medievale all’Università di Pisa. Insegna Storia Pubblica Digitale nel corso di laurea magistrale di Informatica Umanistica, Storia degli Insediamenti Tardo Antichi e Medievali nel corso di laurea magistrale di Archeologia; e Storia Medievale ed Esegesi delle fonti medievali nel corso di laurea di Storia. Ideatrice e co-titolare, con Maria Simi, del Seminario di Cultura Digitale, direttrice del Laboratorio di Cultura Digitale dalla sua costituzione al febbraio 2021; direttrice del Polo Multimediale dell’Università di Pisa; ha operato nel direttivo dell’Associazione Italiana per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale dal 2015 al 2020 e dell’Associazione Italiana per la Public History dal 2017 a oggi. E’ vicedirettrice del Centro Interuniversitario per la Ricerca e lo Sviluppo sulla Public History (CISPH). Ha concentrato i suoi studi sulla circolazione mediterranea medievale, l’evoluzione del comune tra Italia e Provenza, la storia della Lunigiana e la Digital Public History. Ha guidato un’équipe di ricerca sulla storia e archeologia del paesaggio in Val di Vara e Lunigiana ed è responsabile scientifico dell’edizione digitale del Codice Pelavicino. Collabora nel CISE al processo di digitalizzazione dei fondi della Comunità ebraica di Pisa.

A. Giovanna TOMASSUCCI è professore Associato di Letteratura Polacca presso il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università di Pisa.

E’ autrice di oltre un centinaio fra contributi critici e traduzioni letterarie. La sua attività di ricerca ha affrontato temi della cultura letteraria del Rinascimento, Barocco, Romanticismo e del XX sec. in Polonia.

B. Bibliografia degli studi e traduzioni di argomento ebraico:

2014:

 – Julian Tuwim’s Survival Strategies, in corso di pubblicazione sul sito web dell’ American Assocation for Polish-Jewish Studies aapjstudies.org [versione in russo: Poet, kotoryj brodit…, “Novaja Polsha” (ISSN1508-5589), 2014, n. 2, pp. 49-57;  in polacco; Klin Tuwima. Strategie przeżycia polskożydowskiego poety, in Tuwim bez końca, n. monografico  di “Acta Universitatis Lodziensis. Folia Litteraria Polonica” (ISSN 1505-9057), n. 4  (in corso di stampa)]

„Io sono a scacchi. L’identità ebraica nell’opera letteraria e teatrale di Janusz Korczak, in Janusz Korczak, il suo tempo e il suo retaggio, Quaderni di Palazzo Serra, a cura di L. Battaglia i L. Quercioli Mincer, Genua, 2014 [in corso di stampa]

2013:

Narrare la Shoah: Jan Karski, Yannick Haenel e dintorni. “L’ospite ingrato online”, , http://www.ospiteingrato.org/Interventi_Interviste/Narrare_la_Shoah.html

2012:

Czesław Miłosz, Descrivere la fine dei mondi, “L’ospite ingrato online”, http://www. ospiteingrato.org/Sezioni/Scrittura_Lettura/Milosz.html

Il Dibbuk e la cultura polacca tra le due guerre: un ponte verso l’arte ebraica?, in Il Dibbuk fra tre mondi. Saggi, Napoli, Università degli Studi L’Orientale, 2012, pp. 9-25

2009:

Chi era Tadeusz Borowski. “Lo straniero”, 2009 pp. 100-106

– Misteri, magie e miti nelle „Nozze”, Riflessioni su Rachel, in “Rivista di letterature moderne e comparate”, 2009, v. LXII, pp. 65-86

2006:

L’ ultimo demone e il demone superfluo: Isaac Bashevis Singer e i racconti di Aleksander Wat, in Ricordando I. B. Singer, a cura di Quercioli Mincer Laura, Mantovan Daniela, Roma, Litos, 2006, pp. 67-86

2003:

Bruno Schulz in Italia, “Rivista di letterature moderne e comparate”, 2003, vol. LVI, pp. 297-315

2001:

Żydzi z papieru? O sprawie żydowskiej w twórczości Stanisława Ignacego Witkiewicza, in Witkacy w Polsce i na świecie, Szczecin, Wydawnictwo Naukowe Uniwersytetu Szczecińskiego, 2001, pp. 63-77

1997:

 – Senza chiedere un perché. Hanna Krall, la ricostruzione del passato, “La linea d’ombra”, luglio-agosto 1997, pp. 102-105

1989:

Lager, mondo di pietra. “L’indice dei libri del mese”, 1989, n. 10, p. 21

1988:

Sansone a Varsavia, “La linea d’ombra”, 1988, n. 1, pp. 56-58

Cura e traduzione di:

2009:

– J. Tuwim, Noi ebrei polacchi. Roma, Livello 4, 2009

– T. Borowski, Da questa parte, per il gas, Napoli, L’Ancora del Mediterraneo, 2009

1997:

– H. Krall, Il dibbuk e altre storie. Firenze, La Giuntina, 1997

1994:

– K. Brandys, Sansone, Firenze, Giunti, 1994

Traduzioni:

2013:

– J. Karski, Shoah (Sterminio) [su Shoah di C. Lanzmann], “L’ospite ingrato online”, 2013, http://www.ospiteingrato.org/Interventi_Interviste/Narrare_la_Shoah.html

2009:

– T. Borowski, Notte sopra Birkenau, “Lo straniero”, 2009 pp. 100-106

2008:

– M. Bulaj. Genti di Dio. Viaggio nell’altra Europa, Milano, Frassinelli, 2008, 2 ed.: Roma, Postcart, 2012

2002:

 K. Puzyna, Noi, i morti [sulla Classe morta di T. Kantor], “Lo straniero”, 2002, n. 26-27, pp. 96-106

1994:

 T. Kantor, Cricotage. Où sont les neiges d’Antan [sull’omonimo spettacolo di T. Kantor],. “Rivista di letterature moderne e comparate”, 1994, n. 4, pp. 377-390

c) Ricerche in corso e progetti editoriali:

Una monografia sugli scrittori ebrei polacchi della prima metà del Novecento.

Laurea in Letteratura Greca nel 1981 e Perfezionamento in Filologia Classica nel 1983 presso l’Università di Roma “Sapienza”. Dal 1983 al 1986 è stato allievo del Dottorato di Ricerca in Filologia Greca e Latina presso l’Università di Firenze. Nel 1987 ha conseguito il titolo. Dal 1992 al 1995 Borsa di studio Alexander-von-Humboldt-Stiftung presso le Università di Colonia e Würzburg.

Professore Associato di Grammatica Greca dal 1998 e dal 2006 Professore Ordinario di Letteratura Greca presso l’Università di Pisa.

E’ Direttore del Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica.

Nel Corso di Laurea Magistrale in Filologia e Storia dell’Antichità, copre il ruolo di Vicepresidente.

Membro dell’Associazione Italiana di Cultura Classica (AICC), è Presidente della Delegazione di Pisa.

Responsabile Scientifico (B) dell’Unità di Ricerca di Pisa nei bienni 2001-2003, 2003-2005, 2005-2007, 2007-2009 e Coordinatore Scientifico (A) nel 2009-2011 per Progetti Nazionali cofinanziati dal MIUR su retorica, letteratura, filosofia in età ellenistica.

Vicedirettore della rivista “Studi Classici e Orientali”, è Condirettore della Collana “Biblioteca di Studi Antichi”, membro del Comitato Scientifico di “Atene e Roma” e di “Prometheus”.

Membro dal 2006 della Consulta Universitaria del Greco (CUG), in Giunta dal 2010 con le cariche di Segretario e Tesoriere, dal 2013 è Presidente.

Dal 2007 membro e dal 2012 Presidente del Centro interuniversitario Greco Arabo Latino, incontro di Culture (GRAL).

Dal 2010 è membro del Centro Internazionale per lo Studio dei Papiri Ercolanesi (CISPE), dal 2013 membro del Direttivo.

Membro fondatore nel 1989 della International Plato Society (IPS): dal 2002 ha coordinato l’attività del Comitato Editoriale, dal 2007 nel Comitato Esecutivo, dal 2010 Presidente, dal 2013 nel Comitato Esecutivo.

Lezioni presso Università in Italia, Bologna, Firenze, Macerata, Milano “Statale”, Napoli “Federico II”, Roma “Sapienza”, Parma, Pavia, Salerno, Viterbo, e all’estero, Aix-en-Provence, Buenos Aires, Francoforte, Rio de Janeiro, Santiago. Ha preso parte a numerosi convegni, a Pisa e a Roma “Tor Vergata” nell’ambito dei PRIN, a Piacenza, Como e Ann Arbor sull’etica e sull’anima in Platone, a Parma e a Würzburg sull’Epicureismo, a Bamberga sull’“Appendix” di Platone, a Würzburg sulla biografia nel Peripato, a Bari e a Barcellona, sulla forma del dialogo, a Tubinga su Platone pittore, a Nizza sulla “mimesis”, a San Paolo sulla politica e sulla retorica in Platone, a Rio de Janeiro sulla “Repubblica” di Platone, a Brasilia su personaggi e stile in Platone, a Venezia per l’Associazione Italiana Humboldt. Relazioni per il III, Bristol 1992, il IV, Granada 1995, il V, Toronto 1998, il VI, Gerusalemme 2001, il VII, Würzburg 2004, l’VIII, Dublino 2007, il IX, Tokyo 2010, Symposium organizzato dalla International Plato Society e per il XXIII Congresso della FISP, Atene 2013.

Campi di ricerca: papiri e tradizione dei testi, epica, rapporto fra letteratura e filosofia, retorica.

FORMAZIONE

  • Perfezionamento, Scuola Normale Superiore di Pisa, Classe di Lettere, ottobre 1991. Titolo della tesi di perfezionamento:  “Una famiglia di banchieri ebrei tra XIV e XVI secolo: i da Volterra”. Commissione: Cinzio Violante, Kenneth R. Stow, Michele Luzzati
  • Laurea  cum laude, Dipartimento di medievistica, Università di Pisa, luglio 1984. Titolo della tesi: “I monasteri femminili nell’Italia settentrionale, secc. VI-XI”. Relatore: Cinzio Violante; correlatori: Reginald Gregoire e Giorgio Picasso.  

ATTUALE POSIZIONE LAVORATIVA

  • Ricercatore confermato di storia medievale presso il Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa.
  • Abilitazione di II fascia conseguita nella tornata 2012, settore scientifico-disciplinare M/STO 01.
  • Direttore del CISE (Centro Inderdipartimentale di Studi Ebraici)
  • Membro del comitato direttivo del CISP (Centro Studi per la Pace), Università di Pisa.

ESPERIENZA DIDATTICA

  • Corsi per la laurea triennale

Storia medievale (corso generale)

Storia degli ebrei nel Medioevo

Esegesi delle fonti

Storia dei conflitti etnici e religiosi (XX secolo)

  • Corsi per la laurea magistrale

Storia politica ed istituzionale del Medioevo

Storia degli ebrei nel Medioevo e nella prima età moderna

Le donne nel Medioevo (storia di genere)

European Medieval History (corso in inglese per studenti Erasmus)

  • Dottorato

            Organizzazione delle lezioni per i dottorandi

  • Erasmus

2001 – docente di scambio con l’Università di Tartu (Estonia) – ciclo di lezioni in inglese

2014 – docente di scambio con l’INALCO di Parigi (Francia) – ciclo di lezioni in inglese e francese.

ESPERIENZA DI COORDINAMENTO DELLE RICERCHE E GESTIONALE

 

PUBBLICAZIONI

 

 

 

a) Monografie

  1. A. VERONESE, Processi contro gli ebrei e giustizia: Volterra nel Quattrocento, Pisa, Arnus University Books, 2012
  2. A. VERONESE, Gli ebrei nel Medioevo, Roma, Jouvance, 2010.
  3. A. VERONESE, Una famiglia di banchieri ebrei tra XIV e XVI secolo: i da Volterra. Reti di credito nell´Italia del Rinascimento, Pisa, ETS, 1998, XV-345 p.
  4. M. LUZZATI – A. VERONESE, Banche e banchieri a Volterra nel Medioevo e nel Rinascimento, Pisa, Pacini, 1993, 223 p. (I wrote p. 41-165).

b) curatele

  1. F. BARBIERATO, A. VERONESE (eds.), Late Medieval and Early Modern Religious Dissents: Conflicts and Plurality in Renaissance Europe, Pisa, Arnus University Press, 2012.
  2. S. SCALFATI, A. VERONESE (eds.), Studi in onore di Michele Luzzati, Pisa, Pacini, 2008.
  3. B. CRIPPA, A. VERONESE, C. VIVANTE (eds.), La comunità ebraica di Venezia e il suo antico cimitero, Milano, Il Polifilo, 2000, 1114 p.
  4. M. LUZZATI, M. OLIVARI, A. VERONESE (eds.), Ebrei e cristiani nell’Italia medievale e moderna: conversioni, scambi, contrasti, Atti del VI Convegno Internazionale dell’Associazione Italiana per lo studio del Giudaismo (AISG), Roma, Carucci, 1988, 288 p.

2. Edizioni di fonti e traduzioni scientifiche

  1. MOŠEH BASOLA, A Sion e a Gerusalemme (1521-1523), a cura di A. DAVID and A. VERONESE, Firenze, La Giuntina, 2003, 128 p.
  2. MEŠULLAM DA VOLTERRA, Viaggio in Terra d´Israele, introduzione, traduzione, commento e note di A. VERONESE,Rimini, Luisè, 1989, 123 p.

3. Atti di convegno

  1. A. VERONESE, Gli ebrei del nord-est tra tardo Medioevo e prima Età Moderna: risultati, spunti di ricerca e ricerca interdisciplinare, in corso di stampa.
  2. A. VERONESE, I. PAVAN, Introduzione al panel “Ruoli e funzioni delle donne nelle minoranze dal Medioevo all´età contemporanea”, in Nuove frontiere per la storia di genere, a cura di L. Guidi e M. R. Pelizzari, Padova, Webster, 2013, p. 709-717.
  3. A. VERONESE, Interazioni economiche e sociali tra ebrei e cristiani con particolare riguardo all´area mediterranea, in Religiosità e civiltà. Conoscenze, confronti, influssi reciproci tra le religioni (secc. X-XIV), atti del convegno internazionale (Brescia, 15-17 settembre 2011), Milano, Vita e Pensiero, 2013, p. 237-250.
  4. A. VERONESE, Interregionale und regionale jüdische Beziehungen und Familiensolidarität in Mittel- und Norditalien im 14. und 15. Jahrhundert, in JÖRG MÜLLER (ed.), Translokale und interregionale Beziehungen der aschkenasischen Juden während des Mittelalters und der frühen Neuzeit in vergleichender Perspektive,  atti del workshop internazionale  (Trier, 25-27  2006), 2008, p.
  5. A. VERONESE, Donne ed eredità nel tardo medioevo: il caso di Treviso, in M. LUZZATI, C. GALASSO (a cura di), Donne nella storia degli ebrei d’Italia, atti del convegno internazionale “Italia Judaica” (Lucca, 5-9 June 2005), Firenze, Giuntina, 2007, pp. 77-84.
  6. A. VERONESE, Ebrei che rendono poveri e poveri ebrei nella società italiana tra fine Duecento e Quattrocento, in P. HELAS & G. WOLLF (a cura di), Armut und Armenfürsorge in der italienischen Stadtkultur zwischen dem 13. -16. Jahrhundert: Bilder, Texte und sozialen Praktiken, atti del convegno internazionale  (Firenze, 4-6 November 2004), Frankfurt am Main, Peter Lang Verlag, 2006, pp. 249-261; 411; 485-488.
  7. A. VERONESE, Zum Verhältnis von jüdischer Familie und Gemeinde in Ober- und Mittelitalien, in C. CLUSE, A. HAVERKAMP & I. YUVAL (a cura di), Jüdische Gemeinden und ihr christlicher Kontext in kulturräumlich vergleichender Betrachtung (5. – 18. Jahrhundert), atti del convegno internazionale(Trier, 18-22 October 1999), Hannover,Verlag Hahnsche Buchhandlung 2003, p. 283-292 (http://fermi.univr.it/RM/biblioteca/scaffale/v.htm#Alessandra%20Veronese).
  8. A. VERONESE, L´attività finanziaria degli ebrei nell´Italia centro-settentrionale e la polemica antiusuraria (sec. XIV-XV), in S. BRACCI (a cura di), Marco da Montegallo (1425-1496). Il tempo, la vita, le opere, atti del convegno tenuto in Ascoli Piceno (12 ottobre 1996), Padova, Centro Studi Antoniani, 1999, p. 43-60.
  9. A. VERONESE, La presenza ebraica nel Ducato di Urbino nel Quattrocento, in S. SIMONSOHN (a cura di), Gli ebrei nello Stato Pontificio fino al Ghetto (1555), Atti del VI congresso internazionale “Italia Judaica”:The Jews in the Papal State (until 1555), (Tel Aviv, 18-22 giugno 1995), Roma, Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, 1998, p. 251-283.
  10. A. VERONESE, Il viaggio di Meshullam ben Menahem da Volterra, in G. BUSI (a cura di), Viaggiatori ebrei. Berichte jüdischer Reisender vom Mittelalter bis in die Gegenwart, Atti del convegno internazionale (S. Miniato, 4-5 Novembre 1991), Bologna 1992, p. 45-66.
  11. A. VERONESE, Una societas ebraico-cristiana in docendo tripudiare, sonare ac cantare nella Firenze del Quattrocento, in M. PADOVAN (a cura di), Guglielmo Ebreo da Pesaro e la danza nelle corti italiane del Quattrocento, Atti del convegno internazionale (Pesaro, 16-18 July 1987), Pisa, Pacini, 1990, p. 51-57.
  12. A. VERONESE, Gerusalemme nella tradizione ebraica della Diaspora: pellegrinaggi e insediamenti, in S. GENSINI (a cura di), La Gerusalemme di S. Vivaldo e i Sacri Monti in Europa, Atti del convegno internazionale (Firenze – Montaione, 11-13 Settembre 1986), Pisa, Pacini, 1989 p. 23-35.
  13. A. VERONESE, Una famiglia di banchieri ebrei da Fano nella Firenze del Quattrocento, Atti del convegno“Le signorie dei Malatesti” , Pisa, 1987, p. 1-15.

4. Capitoli o contributi in volume

  1. A. VERONESE, Note sugli insediamenti ebraici delle regioni settentrionali (con qualche osservazione su quelli “ashkenaziti”), in corso di stampa
  2. A. VERONESE, Plurality and Conflicts in Renaissance Italian Jewish Communities: Italian and German Jews, in F. BARBIERATO, A. VERONESE (eds.), Late Medieval and Early Modern Religious Dissents: Conflicts and Plurality in Renaissance Europe, Pisa, Arnus University Press, 2012. p. 1-21.
  3. A. VERONESE, The Strange History of the Last Jews in Volterra: Identities and Conversion, in F. BARBIERATO, A. VERONESE (eds.), Late Medieval and Early Modern Religious Dissents: Conflicts and Plurality in Renaissance Europe, Pisa, Arnus University Press, 2012, p. 22-43.
  4. A. VERONESE et alii, Contracting Marriages, In: Layers of Power. Societies and Institutions in Europe, Pisa, CLUP, 2010, p. 15-53.
  5. A. VERONESE, Una bibliografia di Michele Luzzati. Con una nota sul suo contributo alla storia degli ebrei, in S. SCALFATI – A. VERONESE (a cura di), Studi in onore di Michele Luzzati, Pisa, Pacini, 2008, p. 1-18.
  6. A. VERONESE, Prosopografia di famiglie ebraiche del nord e centro Italia, in Aragon en la edad media. La prosopografia como metodo de investigacion sobre la edad media, Zaragoza, Universidad de Zaragoza, 2006, p. 45-53.
  7. A. VERONESE, L’insediamento ebraico a Pisa nel Medioevo, in M. TANGHERONI (a cura di), Pisa e il Mediterraneo. Uomini, merci, idee dagli Etruschi ai Medici, Milano, Skira, 2003, p. 175-179   (http://fermi.univr.it/RM/biblioteca/scaffale/v.htm#Alessandra%20Veronese).
  8. A.VERONESE, Mobilità, migrazioni e presenza ebraica a Trieste nei secoli XIV e XV, in A. DEGRANDI, O. GORI, G. PESIRI, A. PIAZZA, R. RINALDI (a cura di),  Scritti in onore di Girolamo Arnaldi offerti dalla Scuola nazionale di studi medioevali, Roma 2001, p. 545-583.
  9. A. VERONESE, I centri urbani, in Storia della civiltà toscana, Firenze, Le Monnier, 2000, pp. 77-98.
  10. A. VERONESE, La presenza ebraica nell´Italia centro-settentrionale nel tardo medioevo: caratteri generali e aspetti particolari degli insediamenti nell´area padana, in Gli ebrei a Castelgoffredo. Con uno studio sulla Bibbia Soncino di Brescia del 1494, Firenze, La Giuntina, 1999, pp. 37-42.
  11. A. VERONESE, Rapporti tra famiglie di banchieri ebrei marchigiani e toscani nel Quattrocento, in L. ISOPPO & A. VERONESE (a cura di), Pisa e la Toscana occidentale nel Medioevo, 2. A Cinzio Violante nei suoi 70 anni, Pisa, ETS, 1991, pp. 263-285.

5. Articoli in rivista con peer-review

  1. A. VERONESE, Gli ebrei nel Medioevo, in “Reti Medievali Rivista”, XI-2010, p. 437-473.
  2. A. VERONESE, Gli ebrei a Lucca e in Toscana nel Medioevo, in “Actum Luce”, XXV (2006), pp. 83-93.
  3. M. PAZZINI, A. VERONESE, Due lettere in ebraico da Gerusalemme (XV sec.). R. Yosef da Montagnana e R. Yitsaq Latif da Ancona: introduzione, traduzione e note, in “Liber Annuus”, LVI (2006), pp. 347-374 ( http://198.62.75.1/www1/ofm/sbf/edit/LA2006.html and http://198.62.75.1/www1/ofm/sbf/Books/LA56/LA56347Pazzini-Veronese_Lettere.pdf).
  4. A. VERONESE, Migrazioni e presenza di ebrei “tedeschi” in Italia settentrionale nel tardo Medioevo (con particolare riferimento ai casi di Trieste e Treviso), in G. M. VARANINI & R. C. MUELLER (a cura di) Ebrei nella Terraferma veneta del Quattrocento, “Reti Medievali – Rivista”, VI, 2005, 1, url: http://www.storia.unifi.it/_RM/rivista/2005-1.htm; edizione cartacea: Firenze, Firenze University Press, 2005, pp. 59-70.
  5. A. VERONESE, Gli ebrei nel Ducato di Urbino tra Cinque e Seicento: insediamenti, economia e società, in “Materia giudaica. Rivista dell’associazione italiana per lo studio del giudaismo”, X/1 (2005), pp. 111-122 (http://fermi.univr.it/RM/biblioteca/scaffale/v.htm#Alessandra%20Veronese).
  6. A. VERONESE, Per la storia della vita materiale degli ebrei nel Ducato di Urbino: osservazioni tratte da due inventari di beni del primo Quattrocento, in “Zakhor. Rivista di storia degli ebrei d´Italia”, IV (2000), pp. 37-56.
  7. A. VERONESE, Famiglie di banchieri ebrei attive nel Ducato di Urbino, in “Zakhor. Rivista di storia degli ebrei d’Italia”, 3 (1999), p. 125-153 (http://fermi.univr.it/RM/biblioteca/scaffale/v.htm#Alessandra%20Veronese).
  8. A. VERONESE, Un popolo in esilio, in “Medioevo”, III/3 (1999), pp. 93-115. 
  9. A. VERONESE, La presenza ebraica nei territori del Ducato di Urbino. Prime testimonianze e alcune notizie sul materiale archivistico di Gubbio, Cagli e Casteldurante, in “Materia Giudaica. Bollettino dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo”,  III (1997), p. 32-39.
  10. A. VERONESE, Dalla storia civile alla storia della civiltà: Giannone, Muratori, Voltaire, in “Ricerche di storia sociale e religiosa”, XXXXIII (1993), p. 235-239.
  11. A. VERONESE, Per la storia della presenza ebraica in Toscana: tre processi volterrani contro un medico ebreo, in “Bollettino Storico Pisano”, LX (1991), p. 337-352.
  12. A. VERONESE, Monasteri femminili in Italia nell’Alto Medioevo: confronto con i monasteri maschili per un tentativo di analisi “statistica”, Benedictina, XXXIV (1987), p. 355-416.
  13.  A. VERONESE, Il pellegrinaggio ebraico in Eretz Yisrael nel medioevo, in “Egitto e Vicino Oriente”, X (1987), p. 149-161.
  14. A. VERONESE, Le comunità ebraiche del Vicino Oriente e di Egitto nelle relazioni di viaggio dei pellegrini ebrei italiani del XV secolo. Nota storica, in “Egitto e Vicino Oriente”, IX (1986), p. 157-163.


.
Voci di enciclopedia

1. A. VERONESE, voce “Nathan ben Yehiel ben Avraham ben Yoav da Roma”, in Dizionario Biografico degli Italiani, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, 2012, on line.

2. A. VERONESE, voce “Templari”, in A. PROSPERI (ed.), Dizionario dell´Inquisizione, Pisa, Edizioni della Normale, 2010, vol. 3, p. 1566-1568.

2. A. VERONESE, voce “Bogomili”, in A. PROSPERI (ed.), Dizionario dell´Inquisizione, Pisa, Edizioni della Normale, 2010, vol. 1, p. 206-207.

3. A. DAVID,  A. VERONESE,  voce “Meshullam da Volterra”, in Encyclopedia of the Jews in the Islamic World, Leiden, Brill, 2010, p. 126-127

3. Meshullam da Volterra, in Dizionario Biografico degli Italiani, Roma 2009, vol. 73, p. 767-769.


Relazioni a convegni e seminari (sono elencate solo le più significative)

  • “Gli ebrei nel mondo mediterraneo tra fine del mondo antico e primo medioevo”, relazione tenuta al convegno internazionale “Tensioni sociali nella tarda antichità nelle province occidentali dell’impero romano”, Roma, Università e-Campus 29 novembre 2013.
  • “Enrico VII e gli ebrei di Pisa e d’Italia” (con Michele Luzzati), relazione presentata al convegno internazionale“ Enrico VII, Dante e Pisa. A settecento anni dalla morte dell’imperatore e dalla Monarchia (1313-2013)“, Pisa, 24 – 26 ottobre 2013.
  • “The migration of Ashkenazi Jews to Northern Italy and the Relations between German and Italian Jewries around 1400”, relazione presentata al convegno internazionale “European Jewry around 1400: Disruption, Crisis, and Resilience”, Trier 29 settembre – 2 ottobre 2013.
  • “Plurality and Conflict in Renaissance Jewish Communities”, relazione presentata all’Annual Meeting of the Renaissance Society of America, Washington 23-25 Marzo 2012, panel  “Early Modern Religious Dissents: Conflict and Plurality in Renaissance and Early Modern Europe”.
  • „The  Strange History of the last Jews in Volterra“, relazione presentata all’ Annual Meeting of the Renaissance Society of America, Montreal, 24-26 marzo 2011,  panel „Ambiguous Identities in Renaissance and Early Modern Europe: Jews, Cripto-Jews, and Nicodemites”,
  • “Interazioni economiche e sociali tra ebrei e cristiani con particolare riguardo all’area mediterranea”, relazione presentata al congresso internazionale “Religiosità e civiltà. Conoscenze, confronti, influssi reciproci tra le religioni (secc. X-XIV)”, Brescia, 15-17 settembre 2011.
  • Organizzazione del panel “Ruoli e funzioni delle donne nelle minoranzedal Medioevo all’età contemporanea”, Napoli. Società Italiana delle Storiche, 2009. Discussant e moderatrice con Ilaria Pavan (Scuola Normale Superiore, Pisa).
  • „Interregionale und regionale jüdische Beziehungen und Familiensolidarität in Mittel- und Norditalien im 14. und 15. Jahrhundert”, relazione presentata al Workshop internazionale “Translokale und interregionale Beziehungen der aschkenasischen Juden während des Mittelalters und der frühen Neuzeit in vergleichender Perspektive (Trier, 25-27  2006).
  • “Donne ed eredità nel tardo medioevo: il caso di Treviso”, relazione presentata al congresso internazionale “Italia Judaica” (Lucca, 5-9 June 2005).
  • “Ebrei che rendono poveri e poveri ebrei nella società italiana tra fine Duecento e Quattrocento”, relazione presentata al convegno internazionale “ Armut und Armenfürsorge in der italienischen Stadtkultur zwischen dem 13. -16. Jahrhundert: Bilder, Texte und sozialen Praktiken” (Firenze, 4-6 novembre 2004).
  • “Zum Verhältnis von jüdischer Familie und Gemeinde in Ober- und Mittelitalien”, relazione presentata al convegno internazionale “Jüdische Gemeinden und ihr christlicher Kontext in kulturräumlich vergleichender Betrachtung (5. – 18. Jahrhundert)”, (Trier, 18-22 ottobre 1999).
  • “La presenza ebraica nel Ducato di Urbino, secc. XVI-XVII”, relazione presentata al convegno internazionale “Italia Judaica”, Reggio Emilia 1998.
  • “L’attività finanziaria degli ebrei nell´Italia centro-settentrionale e la polemica antiusuraria (sec. XIV-XV)”, relazione presentata al convegno “Marco da Montegallo (1425-1496)”, Ascoli Piceno, 12 ottobre 1996.
  • “La presenza ebraica nel Ducato di Urbino nel Quattrocento”, relazione presentata al convegno internazionale “Italia Judaica” “The Jews of the Papal States to the Ghetto (1555)”, Tel Aviv, 18-22 giugno 1995.
  • “Il viaggio di Meshullam ben Menahem da Volterra”, relazione presentata al convegno internazionale “Viaggiatori ebrei. Berichte jüdischer Reisender vom Mittelalter bis in die Gegenwart”, S. Miniato, 4-5 novembre 1991.
  • Una societas ebraico-cristiana in docendo tripudiare, sonare ac cantare nella Firenze del Quattrocento, relazione presentata al convegno internazionale  “Guglielmo Ebreo da Pesaro e la danza nelle corti italiane del Quattrocento”, Pesaro, 16-18 luglio 1987.
  • Gerusalemme nella tradizione ebraica della Diaspora: pellegrinaggi e insediamenti, relazione presentata al convegno internazionale “La Gerusalemme di S. Vivaldo e i Sacri Monti in Europa”, Firenze – Montaione, 11-13 settembre 1986.

 

 

PREMI E BORSE DI STUDIO

  • 2012, agosto – 2013, giugno – Borsa dell’Università di Trier (Germania), per ricerche presso l’Arieh Maimon Institut für Geschichte der Juden.
  • 2008, dicembre – 2009, luglio – “Short teaching grant” concesso dalla Rotschild Foundation Europe, per l’insegnamento in Tedesco di corsi sugli ebrei dell’area mediterranea nel medioevo presso l’Università di Trier (Germania).
  • 2008 (settembre-novembre) – borsa della durata di 3 mesi concessa dalla Alexander von Humboldt-Stiftung, for ricerche presso l’Arye Maimon Institut für Geschichte der Juden, Università di Trier (Germania).
  • 1998-1999 – Borsa della Alexander von Humboldt-Stiftung  per ricerche presso l’Arye Maimon Institut für Geschichte der Juden, Università di Trier (Germania).
  • 1991-1992 – Borsa concessa dall’Istituto per le ricerche di storia sociale e religiosa” di Vicenza.
  • 1989-1991 – Borsa di perfezionamento concessa dalla Scuola Superiore di Studi Storici, Università di S. Marino (Repubblica di S. Marino).
  • 1989 – Premio “Guido e Alberta Dina”, attribuito per la traduzione in italiano del diario di viaggio di Meshullam da Volterra.

1986 – Borsa di studio del Ministero degli Esteri di Israele concessa effettuare ricerche presso la Hebrew University of Jerusalem.

  • 1985-1987 – “Borsa di Perfezionamento” concessa dalla Scuola Normale Superiore di Pisa.

  •  

 

INTERESSI DI RICERCA

  • Gli insediamenti ebraici nell’Europa medieval (con particolare attenzione all’Italia centro-settentrionale e all’area mediterranea)
  • Emigrazione di tedeschi (ebrei e cristiani) verso le regioni dell’Italia settentrionale e l’area mediterranea nel tardo medioevo
  • Viaggiatori e pellegrini ebrei e i loro diari di viaggio
  • Il ruolo delle donne nella società ebraica italiana

 

 

INCARICHI ACCADEMICI

  • Membro del comitato di valutazione della ricerca presso l’università di Pisa
  • Direttore del CISE  (Centro Interdipartimentale di studi ebraici), Università di Pisa
  • Membro del “collegio di dottorato”
  • Responsabile scientifico e organizzativo del modulo “Italian Jewry from Late Antiquity to the 20th century” per il Summer Semester in lingua inglese dell’Università di Pisa.

COORDINAMENTO DI GRUPPI DI RICERCA E ORGANIZZAZIONE DI PANEL A CONVEGNI

  • Organizzazione del panel “Jewish Family and Families in Northern and Central Italy, 1350 – 1700. Settlements, Solidarity, Organization” nell’ambito del’Annual Meeting della Renaissance Society of America, New York, 27-30 marzo 2014.
  • Organizzazione del panel “Donne delle minoranze dal Medioevo all’Età contemporanea”, Convegno della Società Italiana delle storiche, Napoli 2010.
  • Co-responsabile scientifico per il gruppo pisano del progetto “Cultura 2000” (progetto finanziato EU e coinvolgente cinque atenei: Cambridge, Montpellier, Pamplona, Pisa, Trier). Il progetto si è svolto negli anni 2001-2003 e ha comportato l’organizzazione di una Spring School in Jewish Studies a Cambridge e l’organizzazione di una mostra-convegno, come atto conclusivo di una ricerca sulla presenza ebraica in Europa nel Medioevo
  • Responsabile e coordinatrice della ricerca cofinanziata dal Diaspora Research Institute di Tel Aviv “The Jews in the Duchy of Urbino”.

AFFILIAZIONE A SOCIETA’ PROFESSIONALI DI STORICI

           

l  SISMED  – Società Italiana degli storici medievisti

l  AISG – Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo

l  EJAS – European Association for Jewish Studies

  • RSA – Renaissance Society of America

LINGUE CONOSCIUTE

Ottima conoscenza, letta, scritta e parlata di inglese e tedesco

Ottima lettura di spagnolo e francese, buone capacità di comprensione ed espressione

Latino ed ebraico